Passa ai contenuti principali

Le larghe intese in 24 ore

In una sola giornata, quella di ieri, compaiono tre analisi su lotta all'evasione fiscale, lavoro e pensioni, tirando in ballo il precedente governo. I temi citati non sono neanche temi qualsiasi, ma i pilastri su cui si basava l'azione dell'esecutivo Monti. Sfogliando i giornali di stamattina (o leggendo sin da ieri le notizie del giorno su internet) si scopre che:
- secondo la Corte dei Conti, la strategia di contrasto all'evasione fiscale messa in piedi nella scorsa legislatura fa acqua da tutte le parti;
- secondo l'Ilo, la percentuale dei contratti precari è probabilmente aumentata a seguito della riforma Fornero;
- secondo la Ragioneria generale dello Stato, la riforma del 2011 avrebbe messo sotto controllo la spesa per pensioni, ma a costo di ulteriori riduzioni degli assegni futuri (e, preciserei, a costo di sacrificare l'equità, la giustizia sociale e gli "esodati").
In un solo giorno, una fotografia esauriente e poco allegra del precedente governo guidato dai tecnici. E oggi? Ancora un governo delle larghe intese. Ancora tra le stesse forze politiche. Auguri a tutti...

Commenti