Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2014

Pensiero ironico della sera...

quella rara volta che i grillini ne fanno una buona, rovinano tutto con insulti gratuiti e volgarità;
quella volta che il Pd ne fa una buona, arriva l’altra metà del partito a chiedere una marcia indietro e spesso la ottiene;
quelle volte che Sel ne fa una buona, non se ne accorge nessuno;
i berlusconiani corrono pochi rischi di farne una buona, ma sanno vendersele tutte come buone (!)

Deficit pubblico, vincoli da sforare, Corriere dell'Irpinia

Deficit pubblico, vincoli da sforare
Corriere dell'Irpinia, 04 02 2014 

L'Europa e la regola infondata del deficit-pil al 3%

«Abbiamo stabilito la cifra del 3% in meno di un'ora. È nata su un tavolo, senza alcuna riflessione teorica», dichiara Guy Abeille a proposito del parametro deficit/Pil che gli stati membri dell'Unione europea sono tenuti a rispettare. Questo vincolo, però, impedisce di aumentare la spesa pubblica di un ammontare sufficiente a far ripartire l'economia e, quindi, ben oltre il livello corrente delle entrate fiscali, aumentando il deficit pubblico come insegnava John Maynard Keynes. Era il 1981, in Francia, e «Mitterrand aveva bisogno di una regola facile da opporre ai ministri che si presentavano nel suo ufficio a chiedere denaro - spiega Guy Abeille - Avevamo bisogno di qualcosa di semplice. Tre per cento? È un buon numero, un numero storico che fa pensare alla trinità».  La decisione presa in meno di un'ora si basava sui numeri del deficit francese dell'epoca: «Prendemmo in considerazione i 100 miliardi del deficit pubblico di allora. Corrispondevano al 2,6 …